19 Giugno 2017

Quanno mi nonno morì

Posted in Poesie Pè Campà

Quanno mi nonno morì era secco,
vestito bene in una bella bara,
co’ ‘no stendardo de Gesù Cristo de dietro.

Quanno mi nonno morì era secco,
vestito bene in una bella bara,
co’ ‘no stendardo de Gesù Cristo de dietro.


Ne la stanza da pranzo, la stanzo mejo,
co’ ‘n mazzo de carte, ‘n bicchiere
e ‘na bottija de vino bbianco accanto a lui.
Manco un fiore, perché disceva: “so cose dei vivi!”
Quarcuno piagneva, e io me guardavo
‘st’ omo ‘na vorta forte e chiacchierone,
che quanno sce riccontava le cose
 moveva tanto le mano.
Allora l’occhi me cascarono su le mano
che c’aveveno ‘n mezzo er rosario:
le dita se vedeveno poco,
ma er pollisce usciva fora
lungo, a forma’ ‘na bella curva.
Quer pollisce era ancora vivo,
quer pollisce era mi’ nonno.