19 Giugno 2017

Ar mare de Ladispoli

Posted in Poesie Pè Campà

Pijate ‘sta fetta de cocommero
e statte zitto.
Poi mettete subbito la crema solare,

Pijate ‘sta fetta de cocommero
e statte zitto.
Poi mettete subbito la crema solare,


se no te porto allo spizzio
co’ tu nonno.
Nun piagne, capito?!
‘O vedi quer cane nero,
si piagni ancora je dico
de magnatte li piedi,
tutte e due, così nun poi più
notà. Capito!?
Mò magnate ‘sto cocommero
e er bagno te lo poi fà tra du’ ore.
Nonna tua ‘ntanto se fa
le parole ‘ncrosciate,
quindi nun vojo sentì rumori.
E nun provà a chiedeme
er gelato come a jeri, perché nonna tua
te lo disce da ‘na settimana:
doppo er pranzo
o er cocommero o er gelato.
E basta, che prima m’hai fatto pure male
alla mano. Te do ‘n carcio
la prossima vorta, eh?
Bello de nonna, eh?
Vie’ qua, dai, famo pasce, eh?
Damme ‘n bascetto.
E si me lo dai nonna tua,
doppo er cocommero, te compra
un ber gelato grosso